Italia.it: il paese di qualità

J f, 2007

Dopo anni di sviluppo è arrivato Italia.it: da parte della Blogosfera la bocciatura è totale.

Lento e poco usabile, non è conforme alla legge Stanca, vi sono flash in esagerazione ed è vulnerabile ad attacchi di tipo XSS.

Quello che mi ha scandalizzato sono i 45 milioni di euro, di cui 21 milioni sono andati alle regioni per riempirlo di contenuti, 4 per contenuti centralizzati, 7,8 milioni per la piattaforma creata da Ibm, da far notare che 100.000 euro sono stati spesi solo per il logo, mentre i restanti 12,2 milioni di euro, rimangono in cassa pronti a esser spesi. Il portale è in quattro lingue ma a breve sarà in otto.

[via LevySoft]

Annunci

Tuovideo.it

J f, 2007

Tuovideo_it

Tuovideo.it il clone di Youtube Italiano, in italiano, con video italiani. L’autore, Marco Camisani Calzolari afferma: “Il fine è quello di creare un’interfaccia, una lingua, dei contenuti facili da usare/apprezzare/riconoscere dagli italiani che conoscono meno l’inglese.” Il video promozionale promette bene.

[By DownloadBlog]


MySpace è il sito su cui l’utenza rimane di più

J f, 2007

MySpace risulta essere il sito sul quale l’utenza statunitense passa la maggior parte del proprio tempo. Il dato di per sè non stupisce: MySpace è una comunità su cui gli utenti immettono pensieri, immagini, video, musica e collegamenti ad altri utenti perpetrando la catena e trattenendo il visitatore. Il valore del tempo passato sul sito, però, è di una certa rilevanza: ben l’11.9% del tempo online passato su MySpace è qualcosa di decisamente importante, soprattutto se il dato è confrontato con il risicato 2.1% di Google (al quinto posto nella classifica relativa).

Il ranking prodotto dalla ricerca Compete Attention elenca i 200 siti su cui l’utenza si ferma maggiormente. Questa la top 10:

  1. myspace.com (11.9%)
  2. yahoo.com (8.5%)
  3. msn.com (3.7%)
  4. ebay.com (3.7%)
  5. google.com (2.1%)
  6. aol.com (1.7%)
  7. pogo.com (1.6%)
  8. facebook.com (0.97%)
  9. amazon.com (0.67%)
  10. craigslist.com (0.64%)

YouTube è in 12esima piazza (0.56%), il sito CNN in 27esima (0.20%) e Bebo è in 36esima posizione (0.15%). Un dato parallelo interessante giunge da una seconda ricerca Compete di pochi giorni prima: Google e YouTube assommano oltre il 50% di tutto l’intero mercato dei video online mentre MySpace si ferma poco al di sotto del 20%. Il settore risulta polarizzato su pochi grandi gruppi ed il numero dei video visionati negli USA nel solo mese di Dicembre è stato di circa 58 milioni.

[By webnews.html.it]