iPhone, il telefono marchiato Apple

J f, 2007

Ora è ufficiale. Steve Jobs, CEO dell’Apple, al MacWorld Expo ha ufficializzato l’uscita del loro nuovo gadget tecnologico: si tratta del tanto sognato iPhone. Si tratta di una sintesi di tre prodotti: un iPod widescreen con schermo sensibile al tocco, uno smartphone multimediale con fotocamera, e un Internet communicator. Il tutto in 135 grammi di peso e 11,6 millimetri di spessore.

In perfetto stile Apple, l’iPhone integra parecchie funzionalità particolari, che lo rendono ancora più prezioso.

  • Riesce a regolare l’intensità dello schermo LCD in base alla luce ambientale.
  • Blocca il touch screen quando lo si appoggia all’orecchio.
  • Il touch screen è sensibile alla pressione di più punti in contemporanea.
  • Suppora il GSM e l’EDGE (per l’UMTS dovremo aspettare la prossima versione)
  • Fotocamera da 2 Mega Pixel
  • Riproduce audio e video a schermo pieno
  • Un sensore di movimento permette l’utilizzo sia in verticale (come un telefono) sia in orizzontale, completamente automatico.

Tutto l’apparecchio sarà governato da un mini OSX, ma pienamente multitasking, che riuscirà a far girare le classiche applicazioni, quali l’agenda, il browser, iTunes.

Questo concentrato di tecnologia uscirà a giugno negli Stati Uniti. In Europa il lancio è previsto per l’autunno e per l’Asia si dovrà attendere fino al 2008. Per il momento sono previste due versioni: quella a 4GB di memoria, venduta a 499 dollari, e quella a 8GB venduta a 599 dollari.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensione Dysplay 3.5 pollici (8.9mm di diagonale)
  • Metodo Input Multi-touch (più punti sensibili)
  • Capacità Memoria 4GB o 8GB
  • Dimensioni iPhone 115 x 61 x 11.6mm
  • Peso 135 grammi
  • Sistema operativo iPhone OS X
  • Risoluzione schermo iPhone 320 x 480 a 160 ppi
  • Camera 2.0 megapixels
  • GSM Quadri band
  • Dati Wireless Wi-Fi (802.11b/g) + EDGE + Bluetooth 2.0
  • Costo iPhone 499$ (4 GB) – 599,00$ (8 GB)
  • Vendita iPhone Giugno 2007 (America) – Autunno 2007 (Europa) – 2008 (Asia)

Questo video mostra le potenzialità dell’interfaccia grafica di iPhone.

[By Dynamick]

Annunci

Come ingannare i lettori d’impronte digitali

J f, 2006

I lettori d’impronte digitali sono ormai largamente diffusi, specialmente in campo informatico. Spesso ci si chiede quanto siano effetivamente sicuri questi strumenti. La risposta è disarmante, ma è da prendere con le molle. Sembrerebbe infatti che per bypassare il lettore di impronte digitali di notebook o smartphone bastino dei simpaticissimi e gommosissimi Gummi Bears. La notizia gira da qualche tempo su internet ma solo ora pare trovare conferme.
La procedura è semplice ed è stata inventata da un esperto di sicurezza, Tsutomu Matsumoto. Secondo lo studioso giapponese basterebbe fotografare un’impronta (magari da un bicchiere), lavorarla con photoshop e stamparla su un apposito supporto ( un lucido da proiezione). Successivamente trasferire il tutto su un circuito stampato fotosensibile e realizzare un dito di gelatina utilizzando uno stampo e qualche orsetto gommoso sciolto.
Più recentemente è stato scoperto che anche il Play-Doh può ingannare il 90% dei sistemi di riconoscimento delle impronte digitali.
Come detto prima, sono notizie certe, ma da prendere con le molle visto che questa tecnologia è largamente diffusa e “probabilmente” gli ultimissimi lettori sono a prova di Gummi Bears.

[via gadgetblog] [By Levysoft]